Resoconti 08/feb/2021 | 02:45by Giuseppe Tencati

Opera Euro Rapid 1: Magnus Carlsen in testa dopo “una fantastica giornata di scacchi”

Il campione del mondo Magnus Carlsen ha iniziato l'Opera Euro Rapid con una sconfitta contro il campione statunitense Wesley So, ma ha recuperato vincendo le successive quattro partite di fila per chiudere la prima giornata da leader solitario. Wesley e Ian Nepomniachtchi sono a mezzo punto di distacco dopo quella che Magnus ha definito "una fantastica giornata di scacchi" in cui Teimour Radjabov è stato l'unico dei 16 giocatori a evitare la sconfitta. Hikaru Nakamura, Alexander Grischuk e Ding Liren sono tra le star che verrebbero eliminate se la fase preliminare si fosse conclusa oggi.

Quando Wesley ha battuto Magnus nella prima partita era difficile immaginare come sarebbe finita!

Puoi rivedere tutte le partite dell'Opera Euro Rapid, la terza tappa del Meltwater Champions Chess Tour da 1,5 milioni di dollari qui sotto. 

E qui c'è il commento in diretta di giornata a cura di Carlo Marzano e Matteo Zoldan.

O se preferisci una versione più accessibile ai principianti (ma in inglese) qui puoi vedere la diretta dai nostri studi di Oslo.

Non dimenticare che grazie al codice voucher: CCT40 puoi ottenere uno sconto del 40% sull'abbonamento premium!


Ci sono sette cose da considerare con attenzione nel primo turno del torneo:

1. Magnus è tornato

Dopo aver compiuto 30 anni il campione del mondo di scacchi Magnus Carlsen non ha entusiasmato. Il giorno del suo compleanno lo scorso novembre ha perso la finale dello Skilling Open contro Wesley So ed è stato poi eliminato nelle semifinali dello Speed Chess Championship da Maxime Vachier-Lagrave. Ha concluso il 2020 perdendo contro Daniil Dubov nei quarti di finale degli Airthings Masters e non ha iniziato meglio nel 2021. Il 7 volte campione di Wijk aan Zee è entrato nell'ultimo round del Tata Steel Masters di quest'anno senza possibilità di arrivare al 1° posto e anche con una vittoria ha terminato al sesto posto, il suo peggior risultato da quando arrivò ultimo nel 2007, aveva 16 anni.

Magnus ha parlato della sua forma in un'intervista prima dell'inizio del primo turno dell'Opera Euro Rapid.

Sono tutti i sintomi tipici della cattiva forma: pensare troppo e poi fare errori con mosse veloci, pensare alla mossa migliore, ripensarci e fare un'altra mossa perché pensi che sia ancora meglio, e invece sbagliare qualcosa. Quando non sei in ottima forma e la fiducia è un po' bassa e rende tutto molto più difficile.

Magnus si è detto contento di avere l'opportunità di giocare di nuovo così presto per “raddrizzare la barca”.

È anche una questione di orgoglio, l'impressione della gente, o la mia impressione, non possono essere così cattive. Stavo pensando al Tata quando ero al 50% dopo 8 turni - non è quello che sono! Come posso guardarmi allo specchio quando sono al 50% dopo 8 turni? Di solito dovrei battere questo giocatore, dovrei batterlo, non dovrei assolutamente perdere contro quel giocatore, e soprattutto ora voglio solo dimostrare che posso fare molto meglio di quanto ho fatto di recente. Non è facile ovviamente, ma voglio davvero fare di meglio.

All'inizio sembrava che l'Opera Euro Rapid non sarebbe stato il punto di svolta, dal momento che Magnus ha iniziato con una sconfitta contro Wesley So. Il campione statunitense ha giocato una partita modello ed è perfino riuscito a mostrare la validità del suo repertorio su 1.e4 pubblicato recentemente su Chessable seguendo il suo corso per le prime 18 mosse!

La posizione rimaneva tagliente e complicata ma dopo 37…Dg6 Wesley è riuscito a prendere l'iniziativa.


Con 38.Tc7!, si lega la Donna Nera alla difesa di h7 facendo in modo che Ce6 sia una seria minaccia. Wesley da quel punto in avanti non si è più voltato indietro e Magnus ha ammesso di essere stato “battuto sonoramente”, ma è riuscito a non pensarci troppo.

E' tutto ok. So che Wesley è un giocatore molto forte e avevo deciso in anticipo che quello che sarebbe successo nel primo turno non mi avrebbe influenzato. Quindi andava assolutamente bene, ad essere onesti, volevo solo continuare a giocare bene. Questa era la cosa principale dopo aver perso la prima partita - ho pensato, può succedere, non è un problema, ho intenzione di andare avanti. E fortunatamente sono riuscito a recuperare subito contro Levon e dopo di ciò mi sentivo già come se stessi andando bene, avevo già ottenuto una vittoria decente e sentivo che d'ora in poi sarebbe andato tutto bene.


La vittoria su Levon è stata una conversione fluida e precisa di un finale molto migliore ottenuto alla mossa 14. Il debuttante Matthias Bluebaum è stato annichilito con i Neri nella terza partita e Magnus ha poi affrontato il suo ex secondo Sam Shankland nel quarto round assicurandosi di scegliere un'apertura su cui non avevano lavorato insieme!

Ha funzionato, Magnus aveva posizione completamente vinta già alla ventesima mossa e ha chiuso la pratica alla 33°. Si è presentato all'ultimo turno in testa a pari merito con altri 8 giocatori ma dopo l'ultima partita era in testa da solo.

Direi che nel complesso sono molto soddisfatto del mio gioco, ho cercato sempre la vittoria", ha detto Magnus, e ha definito la partita finale contro Leinier Dominguez, "molto divertente". Ha scelto un'apertura molto tagliente...

…ma quello che è seguito è stato tutt'altro che perfetto. Magnus ha concesso al cavallo di arrivare in f5 e ha potenzialmente gettato via la partita con 27…Rh6? (27…Rf8! era l'unica mossa, la posizione risultante è oggettivamente patta).


E' stato brillante che Carlsen abbia calcolato potesse portare il Re nel centro della scacchiera, dopo 28.Th1+ Rg5 29.f4+ Rf5 30.Tf1 g5 31.Cd4+, e qui 31…Re4! sarebbe stata la ciliegina sulla torta, anche se 31…Rg6 è bastata. 

C'era solo un problema – 28.Td4! vince per il Bianco, dal momento che Magnus non riuscirebbe a evitare il matto sulla colonna g! Ha poi commentato:

Apparentemente avrei potuto essere mattato ad un certo punto, ma non l'ha vista, e nemmeno io, per cui non è importante!

“Ovviamente il risultato finale è molto buono” ha detto Magnus, che è primo in classifica dopo la prima giornata.


“Non penso ci si siano molti giocatori imbattuti dopo il primo giorno, per cui è stata una giornata spettacolare per gli scacchi”, ha concluso il Campione del Mondo, e infatti solo Teimour Radjabov è sopravvissuto al primo giorno senza sconfitte. La stella azera ha fatto quattro patte e ha sconfitto Shankland con un'impressionante dimostrazione di tecnica.   

2. I Misclick non sono fatali

Il torneo ha avuto un inizio drammatico quando alla quarta mossa della prima partita il tentativo di  Alexander Grischuk di arroccare non è andato a buon fine.

Il Nero era improvvisamente prossimo alla vittoria dopo 4…Cxe4, anche se forse il Bianco era stato fortunato a scegliere un'apertura in cui avrebbe comunque sacrificato un pedone. Grischuk si è difeso strenuamente ed è riuscito a portare a casa una patta, con Anish capace di vedere il lato comico di due "novità" simili in apertura.

I misclick sono ovviamente un problema e il gm russo Nikita Vitiugov è stato tra quelli a sfruttare il momento per mettere in discussione la validità degli scacchi online.

D'altra parte, questo è stato un momento isolato in una giornata di 40 partite a cadenza rapid e si potrebbe certamente discutere se gli scacchi rapid alla scacchiera presentino meno momenti in cui fattori non strettamente legati al gioco influenzano il risultato. Il termine fingerfehler ("scivolone con le dita") è stato inventato per una ragione, e spesso vediamo partite decise da giocatori che perdono per il tempo quando sfuggono loro di mano gli scacchi, cosa che non accade mai online.

3. I fusi orari sono complicati

Un problema inevitabile quando si organizza un torneo online globale è che non c'è modo di rendere il programma conveniente per tutti. Ecco uno screenshot della mappa dei giocatori poco prima dell'inizio della giornata alle 17:00.


Magnus, che è tornato in Norvegia dopo aver giocato da una località esotica molto più a est ha così commentato:

Va detto che questa è una cosa un po' complicata, perché quando arrivi agli ultimi turni di giornata è molto tardi in Cina, e si sta facendo un po' tardi in Europa, il che forse non è l'ideale, gli americani invece stanno iniziando a entrare in forma, quindi penso che probabilmente sia meglio per loro. Ma in generale, ovviamente, è qualcosa di cui sono consapevole in questo torneo, che la 4° e la 5° partita della giornata sono probabilmente quelle in cui hai più possibilità perché alcuni giocatori sono davvero stanchi.

Ding Liren, che inizia i suoi turni a mezzanotte, è la più evidente "vittima" del fuso orario, anche se non gli ha impedito di raggiungere la semifinale del del Magnus Carlsen Chess Tour dopo essere stato uno dei giocatori più costanti in quel tour.

Quest'anno non è riuscito ad arrivare alla fase a eliminazione diretta allo Skilling Open e ha avuto una brutta prima giornata all'Opera Euro Rapid, perdendo tre partite con i Neri dopo una serie di errori insoliti. Tuttavia, ha avuto un momento brillante, sopravvivendo a un'apertura rischiosa per produrre una delle posizioni vincenti più insolite della giornata.

4. Non ci sono strascichi di Wijk aan Zee

Abbiamo già visto che Magnus Carlsen è riuscito a riprendersi dopo un deludente Wijk aan Zee. Il soggiorno di Maxime Vachier-Lagrave nella località balneare olandese è stato disastroso ("Probabilmente ho sottovalutato che 25 giorni lì, con tutti i ristoranti chiusi e un coprifuoco molto presto, sarebbero stati un po 'lunghi!"), Ma ha risposto online e iniziato con vittorie su Dubov e poi So - un raro caso in cui qualcuno è riuscito a spuntarla su Wesley in un finale di Torri patto. Maxime ha poi perso contro Levon Aronian, ma nel complesso è stata una buona prima giornata per il n. 1 francese.

Jan-Krzysztof Duda non è tornato esattamente al meglio della forma dopo un Wijk aan Zee senza vittorie, ma alla fine ne ha ottenuta una, nell'ultimo round della giornata contro Ding Liren - come abbiamo visto, la star cinese non sta avendo un gran periodo di forma, ma è sempre bello battere il nr. 3 al mondo.

Anish Giri è stato il giocatore che ha subito il colpo più duro alla fine del Tata Steel Masters, rovinando un grande evento con la sconfitta agli spareggi contro Jorden van Foreest. Ha così commentato:

Ti ricordi sempre la tua ultima impresa o sconfitta e nel mio caso è stata una sconfitta in un tiebreak, e anche in un modo molto stupido. E' stato veramente stupido quello che è successo, ma sono sempre restato con i piedi per terra in generale quando si tratta di sconfitte o vittorie, quindi in un certo senso penso che ci siano molte cose buone da trarre da questo evento, e alcune lezioni da imparare.

Giri ha spiegato che il suo atteggiamento con i piedi per terra è anche un motivo per cui non è riuscito a vincere più grandi eventi, dal momento che non ha l'approccio di giocarsi il tutto per tutto come invece ha Hikaru Nakamura. Ha anche ritenuto che fosse difficile passare dal tempo di riflessione classico al blitz per i playoff del Tata Steel Masters e sarebbe stato difficile giocare rapid all'Opera Euro Rapid:

Pensare è una cosa molto allettante negli scacchi, ed è una brutta sensazione quando fai una mossa senza la dovuta sicurezza che sia la migliore, ma è quello che devi fare quando giochi rapid o blitz - devi muovere senza aver analizzato come vorresti.  

Alla fine, comunque, le cose non sono andate troppo male per la stella olandese. Dopo aver fallito di infeliggere una punizione a Grischuk per il suo errore è riuscito a sopravvivere a una posizione inferiore contro Dubov ed ha poi battuto Ian Nepomniachtchi.


27.Axg6! è un bel tatticismo per forzare la liquidazione in un finale vinto, dal momento che 27…Dxg6 va incontro a 28.Dxe5!, sfruttando l'inchiodatura sulla sesta traversa. Dopo 27…Dxd5 è stato tutto facile per il Bianco.

Giri ha perso poi contro Hikaru Nakamura in quella che è stata l'unica vittoria della stella statunitense, ma infine è riuscito a battere Vidit nell'ultima partita di giornata per mantenersi in zona qualificazione.  

5. Nepo riassume il caos

Ian Nepomniachtchi fha chiuso la giornata a pari merito con Wesley So, solo mezzo punto dietro Magnus, ma è stata tutt'altro che una giornata tranquilla… a partire dal momento in cui si è presentato con 2 ore di anticipo!

Il modo in cui ha riassunto la giornata è stato curioso:

Ogni partita che ho giocato a un certo punto mi sono incolpato, "come posso essere così stupido?" Gara 1 [una vittoria contro Duda], di sicuro, Gara 2, ovviamente, quando ho condotto Sasha [Grischuk] in un finale di Alfieri patto, Gara 3 [contro Giri], nessun commento, ho semplicemente perso, Gara 4 [una patta contro Dubov, di cui parleremo più avanti] sono rimasto senza parole, e Gara 5, a un certo punto, ho avuto la sensazione che potesse essere stata vinta per [Nakamura], era una posizione insidiosa, cavallo contro alfiere, in una posizione che probabilmente un Campione del Mondo non si salverebbe contro un giocatore di prima nazionale.

Ian è d'accordo con Magnus che la ragione dello spirito combattivo tra i 16 giocatori è che la metà di loro sarà eliminata dopo 3 giorni (e non 4 su 12 come nei tornei Maggiori del tour), anche se prevede ancora un po' di gioco tranquillo quando ci sarà un gruppo di giocatori con un punteggio che potrebbe essere sufficiente per qualificarsi per la fase a eliminazione diretta.

6. Dubov gioca alla Dubov

Daniil Dubov ha chiuso il primo giorno al 13° posto, al di fuori della zona qualificazione, ma come spesso accade con la mercuriale stella russa avrebbe potuto finire in qualsiasi posizione. Ha battuto Aronian, fallito la possibilità di pattare in finale contro MVL e So, e ha preso una patta per ripetizione contro Giri con una serie di scacchi in a8 ed a7.


Qui, però, dopo 53.Txh7! l'Alfiere e i Pedoni in più sarebbero stati troppo per la Torre Nera. Dal putnto di vista estetico sembra che 53…Th2+ guadagni la Torra in h7, ma in realtà va semplicemente incontro a 54.Rxg6 poichè il pedone f5 ovviamente non difende g6!

E poi c'è stata la partita che ha lasciato Nepo “senza parole”.

Dubov era sotto di quattro pedoni, e nonostante 34.Axd4 non fosse la mossa più precisa (34.Tge7! e il Bianco è prossimo alla vittoria), 19 mosse dopo Daniil aveva catturato tutti e sei i pedoni Neri e stava vincendo... solo per rovinare tutto dopo sole due mosse con 55.Te2?


55…Th4+! 56.Re5 Td5+ e il Bianco è costretto a sacrificare la qualità con 57.Rxe6 Txg5 (57.Rf6 Tf4+! non cambia nulla). Una patta incredibile. Ancora una volta i tifosi degli scacchi sperano che Dubov riesca a qualificarsi per la fase a eliminazione diretta.  

7. Non è mai semplice al debutto

Leinier Dominguez (3 sconfitte, 2 patte) e Matthias Bluebaum (3 patte, 2 sconfitte) hanno chiuso la giornata agli ultimi posti del loro debutto al Meltwater Champions Chess Tour. L'altro debuttante, Sam Shankland, ha anch'egli perso contro Carlsen ma ha anche vinto due partite nelle quali la mossa decisiva è stata un doppio attacco in f7!


Sam ha anche perso contro Radjabov per chiudere la giornata al 50%, al momento tra i qualificati alla fase successiva, con spareggio tecnico migliore di Nakamura e Duda.


Se la seconda giornata sarà eccitante come la prima non vorrai sicuramente perderla! La diretta è qui su chess24 a partire dalle 17:00

Vedi anche:


Ordina per Data decrescente Data decrescente Data crescente Con piu' mi piace Ricevi aggiornamenti

Commenti 0

Ospite
Guest 12890016014
 
Iscriviti a chess24
  • Gratis, veloce e facile

  • Commenta per primo!

Registrati
o

Crea il tuo account gratuito per cominciare!

By clicking ‘Register’ you agree to our Terms and conditions and confirm you have read our Politica dela privacy, including the section on the use of cookies.

Perso la password? Ti mandiamo un link per resettarla!

Dopo aver inviato questo modulo riceverai una email con il link per resettare la password. Se ancora non riuscissi ad accedere al tuo account contatta il nostro servizio clienti.

Quali funzionalità vuoi abilitare?

We respect your privacy and data protection guidelines. Some components of our site require cookies or local storage that handles personal information.

Mostra le opzioni

Hide Options