Interviste 06/lug/2020 | 15:00by Colin McGourty

Ennio Morricone: “Se non fossi stato un compositore, avrei voluto essere un giocatore di scacchi”

Ennio Morricone (1928-2020), compositore delle colonne sonore di dozzine di film e serie tv, è morto oggi a Roma all'età di 91 anni. Oltre ad essere uno dei più influenti scrittori di musica degli ultimi 60 anni è stato anche un grande appassionato di scacchi, ha giocato contro Boris Spassky, Garry Kasparov, Anatoly Karpov, Judit Polgar e Peter Leko. Suo padre l'ha persuaso ad abbandonare gli scacchi per concentrarsi sulla musica, ma se non fosse stato per la musica avrebbe voluto essere un giocatore di scacchi, e non uno qualunque ma: “uno di alto livello, in grado di competere per il titolo di campione del mondo”.

Ennio Morricone alla Festhalle Frankfurt nel 2015 | foto: Sven-Sebastian Sajak, Wikipedia 

Ennio Morricone ha raggiunto la fama e il successo dalla metà degli anni 60 in poi con le colonne sonore di diversi Spaghetti Western come Il Buono, il Brutto e il Cattivo, film nei quali la musica era tanto importante quanto la trama nel creare l'atmosfera generale.

E' rimasto attivo fino agli anni 80, vincendo poi un Oscar con la colonna sonora del film di Quentin Tarantino The Hateful Eight nel 2015, e trovando il tempo nel 2006 di comporre l'inno per le Olimpiadi di Scacchi di Torino:

La sua morte ha avuto un impatto su parecchi giocatori di scacchi, inclusa la più grande scacchista di tutti i tempi, Judit Polgar:

La sua musica sarebbe stata perfetta per prepararsi alle sfide più impegnative:

Una straordinaria risorsa per capire il legame tra gli scacchi ed Ennio è la sua Intervista a Parigi con Alessandro De Rosa dello scorso anno, “Ennio Morricone Plays Chess”. L'intervistatore e/o traduttore chiaramente non conosceva la terminologia scacchistica (“Di solito apro con la donna”, per esempio,  si suppone significhi, “con il pedone di donna” cioè 1.d4) ma è facile comprendere quello che Morricone intendeva. L'intervista mescola riflessioni generali, “Gli scacchi sono collegati alla matematica, e la matematica alla musica, come diceva Pitagora” con aneddoti dettagliati di come, per esempio, Ennio riuscì a pattare contro Boris Spassky in un gambetto di Re.

Non perdetevi l'intera intervista, ma ecco alcuni punti salienti:

Cosa ama degli scacchi

Direi che gli scacchi sono il gioco più bello precisamente perché non sono solo un gioco. Tutto è in gioco, le regole morali, quelle della vita, la prudenza, la determinazione a combattere senza violenza, la risolutezza nel cercare la vittoria e nel farlo in modo corretto - col talento, non con la fortuna. In effetti, quando tieni quelle piccole statuette di legno tra le mani, diventano potenti perché assorbono l'energia che trasferisci in esse. Negli scacchi c'è vita, c'è sofferenza. E' lo sport più violento che uno possa immaginare, può essere paragonato alla boxe, anche se è molto più cavalleresco e sofisticato.

Devo confessare che, quando stavo componendo la musica per l'ultimo film di Tarantino, The Hateful Eight, mentre studiavo la sceneggiatura, ho riconosciuto la tensione che silenziosamente cresceva tra i personaggi, e ho pensato fosse una delle sensazioni che si sviluppano durante il corso di una partita di scacchi. Al contrario di quello che accade nel film di Tarantino, bagni di sangue e violenza non fanno parte di questo sport. Eppure, non c'è nulla di distaccato negli scacchi. Al contrario, è un gioco dominato da una spasmodica e silenziosa tensione. Qualcuno potrebbe perfino dire che gli scacchi sono musica silenziosa, e giocare è un po' come comporre per me.


Sul giocare contro alcune delle star degli scacchi

Per un po' ho giocato blitz, una modalità di gioco basata sulla velocità. All'inizio ho ottenuto buoni risultati, ma poi sono peggiorato. Ho giocato contro giganti del gioco come Kasparov e Karpov, e perso male — anche contro Judit Pólgar, che al tempo era in dolce attesa, e poi Péter Lékó a Budapest. Sono state grandi esperienze. Lékó è stato così gentile da offrirmi la rivincita dopo che avevo fatto una svista da principiante in apertura. Ho perso comunque, ma in un modo più onorevole.

Col passare del tempo ho appreso l'esistenza di un tipo di intelligenza che si manifesta solo durante le partite di scacchi e non ha nulla a che vedere con l'abilità della persona nel quotidiano.

Un'intelligenza specifica.

Sì, ho spesso incontrato giocatori con i quali non avevo nulla in comune, ma si sono rivelati essere straordinari giocatori di scacchi. Spassky, per esempio, sembrava essere una persona molto tranquilla e prendeva le cose con filosofia nella vita, ma sulla scacchiera era ferocemente determinato.


Su quello che avrebbe potuto essere

Se non fossi stato un compositore, avrei voluto essere un giocatore di scacchi, ma uno di alto livello, in grado di competere per il titolo di campione del mondo. In quel caso, sì, sarebbe valsa la pena lasciare la mia carriera nella musica. Ma non è stato possibile, così come non è stato possibile realizzare il mio sogno da bambino di diventare un Fisico.

Per quel che riguarda medicina, non ho nemmeno iniziato, mentre gli scacchi, beh ho studiato molto, anche se ero già troppo vecchio — avevo smesso per un periodo troppo lungo. Così ho deciso. Dovevo essere un compositore.

Puoi leggere l'intervista completa qui


Ordina per Data decrescente Data decrescente Data crescente Con piu' mi piace Ricevi aggiornamenti

Commenti 0

Ospite
Guest 10144019311
 
Iscriviti a chess24
  • Gratis, veloce e facile

  • Commenta per primo!

Registrati
o

Crea il tuo account gratuito per cominciare!

By clicking ‘Register’ you agree to our Terms and conditions and confirm you have read our Politica dela privacy, including the section on the use of cookies.

Perso la password? Ti mandiamo un link per resettarla!

Dopo aver inviato questo modulo riceverai una email con il link per resettare la password. Se ancora non riuscissi ad accedere al tuo account contatta il nostro servizio clienti.

Quali funzionalità vuoi abilitare?

We respect your privacy and data protection guidelines. Some components of our site require cookies or local storage that handles personal information.

Mostra le opzioni

Hide Options